Il bel gioco e la generosità perdono lo scontro con l’intensità del Benfile

Si interrompe purtroppo la striscia di risultati utili degli Amatori Ca’ Gallo, che perdono in casa contro i primi in classifica del Benfile. Tuttavia i risultato di 4-1 non rende giustizia all’enorme impegno profuso dai padroni di casa, in una partita caratterizzata da numerosi episodi.

Mario Nardini ripropone il 4-3-1-2 che sembrava ormai l’equilibrio perfetto per questa squadra. In porta Filippo Nardini sostituisce l’infortunato Pagnello, ma a sua volta ha preso una botta al dito nel riscaldamento: stoicamente decide di affrontare la partita. La linea difensiva è la stessa; Fadda viene confermato come terzino destro titolare vista la sua crescita costante. Ci sono però due innesti a centrocampo e in attacco che nel bene o nel male cambiano l’assetto tattico della squadra. Vecchietti viene infatti schierato come mezz’ala sinistra per far posto al rientrante D’Ubaldo come playmaker, e Garavalli è in campo dal primo minuto al posto dell’indisponibile Paladini.

Al Benelli in fase di non possesso Vecchietti eseguiva una diagonale che lo portava ad essere un difensore aggiunto sul lato sinistro della linea di trequarti. Questo movimento richiamava dall’attacco Pioppo e una delle due punte Paladini e Camillini, trasformando la squadra in un 5-4-1. Tale situazione purtroppo non si è replicata al Comunale di Ca’ Gallo. In fase di possesso D’Ubaldo ha fatto girare bene la squadra, ma la sola sua presenza sulla linea di centrocampo è insufficiente a fare da filtro. D’altra parte Vecchietti come mezz’ala va subito in affanno, e gli Amatori Ca’ Gallo vanno sotto di due reti con due tiri imparabili: un diagonale e un pallonetto dal limite dell’area. In pratica è la situazione vissuta con gli Amici della VIS, ma questa volta siamo noi quelli in crisi.

L’allenatore corre subito ai ripari, sacrificando il centrale Palazzi e inserendo il mediano Zazzeroni già nel primo tempo. Taini lascia la mezz’ala destra per andare a fare il centrale. Il Benfile concede una serie di calci d’angolo e non sembra irresistibile nel gioco aereo, ma il Ca’ Gallo non riesce ad approfittarne; si va così al riposo. La squadra, guidata dal capitano Amadori, crede nella rimonta ma subisce il terzo gol a inizio del secondo tempo. Garavalli si conferma nelle vesti di bomber e riaccende subito le speranze. Per gli spettatori lo spettacolo è garantito: ci prova Federici, arrivato in tempo per il secondo tempo, ma non va. Ci prova Fadda di testa da calcio d’angolo: salvata di coscia sulla linea. Ci prova Pioppo: il portiere si oppone in tuffo.

Nel frattempo però in contropiede Politi si sacrifica per la squadra e devia con le mani un pallone sopra la traversa. Filippo Nardini ipnotizza il tiratore che sbaglia malamente. Mister Nardini butta nella mischia anche Cappellini, con licenza di segnare. Ma la difesa del Benfile resta alta, concedendo solo un paio di scatti sul filo del fuorigioco al nuovo entrato. Gli Amatori Ca’ Gallo subiscono il quarto gol, ma a questo punto non fa alcuna differenza: persa per persa è stato giusto provarci. Il Benfile ha ottenuto il risultato mantenendo la stessa intensità per tutta la partita, è di questo che dobbiamo dargli atto. Il loro allenatore a inizio secondo tempo è stato molto chiaro: giocare come se si fosse sullo zero a zero, e non a caso hanno subito due espulsioni. Sicuramente gli Amatori Ca’ Gallo faranno tesoro di questa partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *